Tovaglie e tovaglioli. Ma quanti lavaggi!

Le due tovaglie presentano delle rotture sui bordi nelle pieghe. Il tovagliolo arancione presenta delle chiazzature giallastre.

Al fine di valutare l’origine delle problematiche abbiamo esaminato i materiali che si presentano nelle parti centrali con buone tenacità. Trattandosi di prodotti che subiscono numerosi lavaggi intensi a temperature elevate, occorre sempre considerare il numero di lavaggi eseguiti che incide notevolmente sulle parti rigide (Bordi) che subiscono un’azione di attrito più marcata durante il lavaggio.

Riteniamo che l’origine delle rotture possa essere da ricercarsi o nel numero di lavaggi eseguiti o in subordine al numero delle operazioni di candeggio a cui sono stati sottoposti. Infatti, i candeggianti chimici oltre a decolorare il tessuto danno anche luogo a degradi della cellulosa con conseguente comparsa di buchi nel tempo.

Le chiazze gialle comparse sui tovaglioli sono dovute all’azione di un candeggiante e alla scelta di tingere un tessuto per comunità con coloranti che non sopportano il candeggio. In generale questi prodotti per motivi igienico sanitari devono poter essere candeggiabili. Ritengo che l’origine delle difettosità rilevate possa essere da ricercarsi o nel numero di lavaggi eseguiti o nella qualità merceologica dei tessuti impiegati.