Quando dopo il lavaggio sparisce la stampa

Il vestito è realizzato con un tessuto in poliestere nero e con applicazioni in tulle stampato flock.
Le applicazioni sulle maniche un fianco presentano il tulle stampato con tecnica flock. Il capo è stato lavato a secco con percloroetilene come indicato dall’etichetta di manutenzione e ha dato luogo alla perdita della stampa flock in più punti.

La stampa flock eseguita sul tulle consiste nell’applicare una resina al tulle e quindi depositare con tecniche diverse le fibre di poliestere o altre fibre sulla resina, orientarle per mezzo di un campo elettrostatico e quindi far passare tutto in un forno per permettere la polimerizzazione della resina. La stampa così ottenuta sopporta senza particolari problemi il lavaggio in acqua ma non sopporta il lavaggio a secco in quanto le resine tendono a sciogliersi e a degradare. Nel caso in oggetto si osserva come alcune parti della stampa abbiano perso sia la resina che le fibre della floccatura. E’ quindi un problema legato ad una indicazione di lavaggio a secco errata fornita dall’etichetta di manutenzione.

La tintolavanderia non ha alcuna responsabilità nel difetto lamentato che deve essere imputato alle errate indicazioni di lavaggio applicate all’etichetta interna di composizione e manutenzione che permettono il solo lavaggio a secco. La responsabilità della difettosità deve essere imputata al produttore del capo che ha applicato un’etichetta di manutenzione non compatibile con i materiali impiegati nella costruzione del capo.