Giaccone di Velluto non velluto. Cos’è successo?

ardc rampi detersivi professionali giaccone max mara velluto

Il giaccone è stato realizzato laminando e floccando un tessuto in modo tale da conferire una mano tipo velluto alla parte esterna.

Non è conosciuta la vetustà e lo stato del capo prima del lavaggio a secco che è l’unico consentito dall’etichetta di manutenzione.

Il lavaggio a secco determina sulle lamine e sui tessuti un rilassamento e leggeri distacchi dai tessuti di supporto. La vetustà determina un indurimento delle resine e delle lamine che possono dar luogo a forti distacchi nel lavaggio a secco. Tali lamine non hanno una particolare tenacità e una volta staccate dal supporto possono rompersi e staccarsi dal tessuto come nel caso in oggetto.

Il capo lavato a secco ha perso quasi completamente la lamina e la resinatura flock presenti sul capo ad indicare come il lavaggio indicato non sia ottimale per tale tipologia di prodotti.

Non può essere attribuita alcuna responsabilità alla tintolavanderia che ha eseguito il lavaggio come previsto dall’etichetta di manutenzione.

Il degrado del capo deve essere ricercato nei materiali scelti dal produttore e dalla loro scarsa resistenza nel tempo a lavaggi a secco come nel caso in oggetto.