Il cappotto che perde il pelo

Il cappotto è stato sottoposto ad un lavaggio a secco con percloro etilene. Il cliente lamenta un cambio tono colore e la perdita di peluria dal tessuto.

Il tessuto del cappotto è realizzato in 52% Acrilica 42% poliestere 6% lana.

Il lavaggio a secco su fibre sintetiche non origina particolari degradi o alterazioni ma può eliminare i prodotti di finissaggio utilizzati per conferire una certa mano al materiale. La perdita di tali prodotti potrebbe essere all’origine del cambio colore.

Allo stesso modo l’asciugatura automatica della macchina che esegue il lavaggio a secco potrebbe aver modificato leggermente il tono colore del prodotto .

La perdita di peluria non dipende dalle condizioni di lavaggio ma dalle tecniche utilizzate per ottenere l’aspetto leggermente peloso e dalla pulizia eseguita dopo i trattamenti. Generalmente comunque tessuti con effetto superficiale mosso possono continuare a perdere nel tempo delle fibre proprio perché già leggermente estratte nel processo produttivo.

L’etichetta di manutenzione applicata al capo permette il lavaggio a secco ed è quindi il produttore del capo che avrebbe dovuto verificare il comportamento dei materiali nei lavaggi in solvente.

Non può essere attribuita alcuna responsabilità alla tintolavanderia che ha eseguito un lavaggio come previsto dall’etichetta di manutenzione ma la stessa deve essere imputata al produttore del capo che non ha valutato le variazioni del tono colore al lavaggio a secco.